Sappiamo bene quali meccanismi possono innescarsi dopo una diagnosi non felice.
Ma è proprio quando non ci diamo per vinti e consideriamo ogni giorno che viviamo come una nuova opportunità che creiamo il nostro destino, ed è quello che è successo anche a Dajana e Giancarlo.

Dajana è una psicologa sociale specializzata in riabilitazione, ma soprattutto, è una persona che ha vissuto sulla propria pelle cosa vuol dire riscoprire il mondo quando la vista viene meno.

Giancarlo, invece, ha sempre voluto mettere le sue competenze al servizio degli altri e da più di 10 anni esercita come addestratore cinofilo, specializzato nella preparazione dei cani guida.

Dajana e Giancarlo si incontrano proprio grazie all’APRI durante un pellegrinaggio e, insieme, decidono di indirizzare il proprio destino dedicandosi a un progetto in grado di fondere insieme i due lati della stessa medaglia: la scuola AMICI CANI GUIDA.

Nella progettazione del loro sogno incontrano due alleati incredibili:
Villa Sant’Uberto, location incredibile che concede i suoi spazi per lo sviluppo delle attività scolastiche e, ovviamente, l’associazione APRI, che arricchisce il progetto con il suo bagaglio di esperienza e di contatti.